5 MODI PER BUTTARE ALLE ORTICHE LA TUA LEADERSHIP SENZA ACCORGERTENE

TUTTI I SEGRETI DELLA LEADERSHIP

Tutti i leader hanno buone intenzioni all’inizio di ogni nuova esperienza professionale, finalizzate a costruire buone relazioni con gli stakeholder e avere l’ingaggio del team. 

Ma dopo qualche tempo, tipicamente 12-18 mesi secondo le ricerche internazionali, accade qualcosa che guasta sia le buone intenzioni che i comportamenti di molti leader.

In questo articolo ti parlerò delle 5 cattive strade che i leader possono prendere, nonostante le loro buone intenzioni iniziali. Comprendere come guidare un team o un’azienda con profitto e successo costante è in parte arte e in parte scienza. Quando un manager entra in una nuova posizione di leadership ha i tipici comportamenti che si suppone – si suppone – servano a costruire buone relazioni con gli stakeholder e avere l’ingaggio del team: 

– Ascolta con particolare attenzione tutti gli stakeholder per dare e ricevere le informazioni che servono a raggiungere i risultati aziendali; 

– chiede costanti feedback per mettersi in discussione e integrarsi al meglio e quanto prima nell’organico; 

– organizza con puntuale partecipazione il lavoro dei suoi collaboratori; 

– si rende disponibile ad aiutare chiunque abbia bisogno di lui anche nei task che non gli competono;

– partecipa alle riunioni indette dell’ultimo minuto anche se sono alle 8 di sera; 

– è reperibile al cellulare giorno e notte, fine settimana e ‘vacanze’ comprese.

Per quanto ci siano buone intenzioni in questo insieme di modi di agire, tutto questo si rivela insostenibile e improduttivo a mano a mano che i mesi passano, andando a creare comportamenti che trasformano il manager ben presto dal leader che avrebbe potuto essere a un cattivo capo, nervoso, scontroso, preoccupato, ingrassato, inascoltato, isolato che fa più male che bene al suo team e all’azienda stessa. 

Da queste tipiche situazioni che mi trovo ad analizzare continuamente quando accolgo nuovi manager per definire una strategia di leadership o per iniziare un percorso di sviluppo della leadership, ho notato che le diverse esperienze di vita aziendale possono essere catalogate in 5 tipici modi malsani di relazionarsi con il team e gli stakeholder che buttano alle ortiche sia le migliori intenzioni che la leadership stessa del manager in questione, che si è intanto trasformato in un leader imbruttito. 

Ecco quindi che abbiamo:

·      il leader Ti distruggo 

·      il leader Ti controllo

·      il leader Ti abbandono

·      il leader Ti sfrutto

·      il leader Ti mento

Ma come può mai accadere di passare dalle buone intenzioni iniziali ad essere un manager che viene etichettato con uno o più di questi 5 comportamenti malsani? 

La risposta è tanto semplice quanto sconcertante: Le buone intenzioni, da sole, non bastano a produrre relazioni di qualità e di utilità e risultati costanti e durevoli nel tempo.

Insieme alle buone intenzioni, serve una strategia di leadership funzionale a raggiungere gli obiettivi che l’azienda ha in mente quando chiama un manager a ricoprire un certo ruolo e che sia adeguata alla situazione che quest’ultimo trova quando assume la nuova posizione. 

Per quanto questo primo fondamentale step possa apparire come uno spreco di denaro e di tempo perchè l’azienda e il manager in questione hanno fretta di vedere i risultati della sua leadership, 95 leader su 100 diventano leader imbruttiti che causano – senza rendersene conto… senza rendersene conto – danni materiali e relazionali con un impatto di clima ed economico che ha un peso almeno 10 volte maggiore del tempo e del denaro da investire per partire – first thing first, per prima cosa –  con l’adeguata strategia di leadership al momento dell’ingresso del manager nel suo nuovo ruolo. 

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco