FAI QUESTE DUE DOMANDE AL TEAM E VEDRAI COSA SUCCEDE

TUTTI I SEGRETI DELLA LEADERSHIP

Lavorare con manager che guardano e vedono oltre è una grande gioia e quando mi capita non vedo l’ora di condividere con gli altri cosa è successo. Ecco perché oggi sono qui a raccontarti di un recente episodio in cui ho detto al mio cliente la magica frase ‘fai queste due domande al team e vedrai cosa succede’.

ciao, sono Luisa Ferrario e in questo articolo ti dirò quali sono due semplici domande da fare alle persone del tuo team per vedere subito miglioramenti di ingaggio e di  risultati di business. Inutile dire – ma te lo ricordo lo stesso!! – che salirebbero la tua autorevolezza e gradimento come team leader. 

Lo so, lo so… ti parlo sempre di strategie innovative, cambiare, modificare, essere disruptive, andare contro il pensiero, la morale e l’azione comune e mi rendo conto che non è affatto semplice farlo e non è cosa da tutti. Prendere un’iniziativa coraggiosa e portarla avanti, ti espone e questo, nel bene e nel male, fa paura. Ma so anche che chi ha successo lo raggiunge in questo modo… è una storia scritta nel nostro DNA umano e sociale. 

L’innovazione e il cambiamento, però, non devono per forza essere stravolgenti. Ci sono passi piccoli ma potenti per migliorare la leadership che partono da cose quotidiane che già ti appartengono come pensare, dire e fare e infatti questi sono i modi che più comunemente usi per condurre la tua vita aziendale, giusto?

E’ normale. Gli esseri umani sono fatti di questo. Ma tutto il tuo pensare, dire e fare è proprio necessario? Serve proprio tutto? Oppure potrebbe essere selezionato e proposto in modo diverso, un po’ come se gli cambiassi il packaging, la confezione? 

Questo è proprio quello che è successo di recente a un manager-leader mio cliente ed è stato lui stesso a dirmi: ‘Luisa, condividi questa cosa in uno dei tuoi video perché è semplice e geniale allo stesso tempo.’ 

In uno dei nostri primi incontri qualche mese fa, lui mi ha detto: ‘Ho bisogno di capire come tenere insieme meglio il mio team e farlo crescere, ma qualcosa mi sfugge. Lavoriamo su questo!’ Bene!!

Dopo avere approfondito l’argomento, sviscerato l’obiettivo e identificato cosa avesse già fatto per raggiungerlo, la sua consapevolezza è stata che serviva qualcosa di ‘diverso, di nuovo, che rompesse gli schemi abituali’ – queste sono state le sue parole, e su quelle è poi arrivata la mia domanda: ‘In che senso pensare, dire e fare in modo diverso?’ 

‘Secondo me penso troppo, dico troppo, faccio troppo e questo disperde l’essenziale’.

‘E cosa è essenziale?’ chiedo io.

‘L’essenziale è sapere cosa interessa al mio team rispetto agli obiettivi che abbiamo e quanto è davvero utile quello che penso, dico e faccio’.

‘Quindi cosa c’è di diverso in questo?’, chiedo ancora.

‘Il focus. Il focus è diverso. L’essenziale per loro non è necessariamente l’essenziale per me o per qualche procedura aziendale. Una volta comunicata loro la mia visione e spiegata la strategia più ampia che ho in mente per concretizzarla, serve che poi chieda a loro due cose:
–      Di quello che posso pensare, dire e fare per voi e con voi cosa prenderebbe e terrebbe il vostro interesse?
–      Di quello che posso pensare, dire e fare per voi e con voi cosa trovereste più utile per concretizzare la visione?

‘Bene’ ho risposto io, ‘allora fai queste due domande al team e vedrai cosa succede’, sapendo che aveva centrato un punto cruciale e di svolta come leader. I

nteresse dell’altro e utilità per l’altro sono infatti i focus delle magiche domande da offrire al tuo team perchè ti fanno risparmiare un sacco di tempo, energia e denaro e ti rendono il punto di riferimento da seguire in quanto leader.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco