LA FORMAZIONE NON SERVE A NIENTE

TUTTI I SEGRETI DELLA LEADERSHIP

Qualche giorno fa ero su Skype con l’amministratore delegato di un’azienda veneta che mi ha contattata in crisi nera perché in una business unit della sua organizzazione, i risultati non sono come dovrebbero.

Mentre mi raccontava e mi spiegava mi sono resa conto che stava facendo un errore che è molto comune a chi richiede l’intervento di una professionista che si occupa di strategie di leadership.

Questo errore riguarda ciò che si pensa della formazione e ora ti spiego come fare ad evitarlo.

L’errore di cui parlo è quello di confondere la formazione classica con l’implementazione di strategie di leadership.

Questo imprenditore che chiamerò Vittorio, mi chiede se io sono esperta di tessile, perché di questo si occupa la sua azienda. Dalla sua domanda, pare che non sappia cosa sia una strategia, cosa sia la leadership e l’impatto che la qualità di queste due cose messe insieme ha sul business.

Approfondendo il discorso facendo a Vittorio domande ad hoc, e così mi racconta che non è avvezzo a chiedere aiuto perché lui è abituato a fare tutto da solo. Che non parla più di un tot con i suoi riporti perché non si fida e vuole tenere le cose per sé.

Mi dice anche che la formazione la fa fare, ma solo quella obbligatoria… e usa la parola ‘formazione’ con un’inflessione mista fra disgusto e disprezzo. Mi rimbocco le maniche e parto dall’inizio aiutandolo prima di tutto a calmarsi e poi a fare un po’ di chiarezza.

Ora, se Vittorio avesse bisogno di formazione tecnica per le persone della sua business unit, chiamerebbe un professionista diverso da me perché non sono quelle le competenze che io posso trasferire ai suoi.

Io erogo si formazione, ma è un tipo di training indirizzato a manager e leader ed è su leadership, coaching, comunicazione efficace, intelligenza emotiva. Se invece Vittorio avesse bisogno di qualcuno esperto di processi e strategie di produzione tessile, chiamerebbe esperti come quelli di Boston Consulting o Accenture e gli verrà assegnato qualcuno che avrà già esperienza nel settore tessile.

Ma il motivo per cui mi chiama Vittorio non si risolverà con la formazione tecnica per i suoi né con strategie di produzione, quand’anche gli servissero in un secondo momento. Anzi, dico a Vittorio che deve evitare assolutamente di fare l’errore di investire denaro in esperti, risorse e tempo senza una chiara comprensione di come questi investimenti contribuiranno al raggiungimento dei risultati di business che ha in mente.

Qual è la tua visione del business a uno, tre, cinque, dieci anni? Quali sono i risultati che ti aspetti a uno, tre, cinque, dieci anni? Cosa stai già facendo per realizzarli e cosa puoi fare da qui in poi? In che modo i tuoi riporti possono contribuire?

Queste sono le domande che offrirò a Vittorio e l’inizio di quello che posso fare per lui e la sia azienda. Prima ci incontreremo per chiarire e fare visioning con lui, poi ci riuniremo attorno a un tavolo con i suoi responsabili per facilitare discorsi e confronti, per tenersi reciprocamente al corrente di cosa succede, di cosa ci si aspetta, di cosa prioritizzare, di chi farà cosa.

In questo discorso gli highlights sono due:

-Bisogna avere un business plan anche per la formazione e

-Prima di far partire formazione e interventi di consulenza strategica sui processi devi essere disposto a metterti in discussione e crescere come leader, come professionista

Quando sarai in grado di dare prova concreta del tuo investimento, sia individuale che finanziario, potrai creare un’organizzazione in cui le persone sostengono davvero il business come se fosse la cosa più naturale da fare. E tu, da manager, da leader, da imprenditore, cosa avresti suggerito a Vittorio? Quali sono state le tue esperienze in merito alla tua personale formazione?

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco