TOMMASO NON SA COME FARLO

TUTTI I SEGRETI DELLA LEADERSHIP

Un paio di settimane fa mi ha scritto Tommaso, un manager che chiedeva il mio punto di vista e qualche tip su come comportarsi per una difficoltà con il suo team. Quello che sta accadendo a Tommaso è abbastanza comune in azienda, più comune di quello che si pensi e lo condivido con te perché Tommaso mi ha dato l’ok a usare pubblicamente una parte del suo caso.

Mi auguro che tu non ti riconosca in questa situazione, ma se così fosse, sappi che ne puoi uscire alla grande.

Tommaso scrive ‘Nel mio team siamo in cinque, io che sono il team leader e altre 4 persone. Con una di queste quattro la relazione è difficile sia con me, che con gli altri del team e i colleghi fuori dal team. Dato che non so come affrontare l’argomento con questa persona, faccio finta di niente oppure quando facciamo i meeting di team le lascio intendere delle cose.

Ne ho anche già parlato con gli altri del team e siamo tutti d’accordo che…’

Allora, già in queste poche righe ci sono 3 comportamenti del leader che vanno modificati:

1.   Faccio finta di niente. Se ti trovi di fronte a un comportamento inadeguato che si è ripetuto più di tre volte, la situazione va affrontata. Certi comportamenti non sono come il raffreddore che passa dopo 5 giorni. Possono diventare permanenti e danneggiare il clima e le relazioni nel team 

2.   Mai lasciare intendere delle cose. Se qualcuno nel team ha una situazione di qualsiasi genere che può avere impatto in azienda ma che non necessita di essere riportata alle risorse umane, parlane prima solo con il diretto interessato e in privato per chiarire cosa sta succedendo. Lasciare intendere o mandare frecciatine durante gli incontri comuni non farà che peggiorare la situazione da molti punti di vista, soprattutto da quello della fiducia fra di voi e della tua credibilità come leader

3.   Mai parlare con una o più persone della tua squadra di tematiche che riguardano un altro team player. Se sei in grado di aiutare da solo, ok, vai avanti da solo. Se invece, per diversi e validi motivi avessi bisogno di confrontarti con qualcuno, chiedi guida a un tuo superiore e trovate una strategia adatta al caso, oppure affianca alla persona in difficoltà a un mentore interno o esterno che sappia mantenere la confidenzialità del caso e abbia le capacità di supportarla a risolvere la situazione e integrarsi nel contesto.

E tu come ti comporteresti nella situazione di Tommaso? Cosa gli avresti suggerito?

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco